martedì, febbraio 14

Autismo e sicurezza (Adolescenza-prima parte)

 Dopo aver parlato della sicurezza dei bambini autistici (autismo e sicurezza-infanzia), parliamo delle problematiche in cui possono imbattersi gli adolescenti con autismo e come si possono affrontare.

 A questa età i ragazzi tendono a vivere più esperienze fuori casa (a scuola, nei centri e, per chi ne fa uso, in internet). L'adolescenza è una fase di transizione molto delicata che porta il ragazzo dall'infanzia all'età adulta. Oltre alla pubertà e ai cambiamenti legati a questo periodo, l'esperienza dell'adolescente comporta una serie di problematiche particolari, come, per esempio, una maggiore attenzione per la vita sociale e le relazioni, il desiderio d'indipendenza e di privacy, più responsabilità da adulti.

 Come genitore si ha il duro compito di stare vicino al ragazzo durante la sua adolescenza, collaborare con l'ambiente scolastico e continuare a insegnargli le pratiche di sicurezza (oltre alle altre abilità), che gli serviranno in questo periodo fino all'età adulta.

 E' importante fornirgli sempre più l'opportunità di fare le cose autonomamente e insegnargli come comportarsi quando ha bisogno di un aiuto.

La sicurezza nella comunità
 Puoi aiutare tuo figlio adolescente, insegnandogli gradualmente le abilità di sicurezza nelle seguenti quattro aree: mezzi di trasporto, soldi, interazione con le forze dell'ordine e uso del cellulare.

Mezzi di trasporto
 Approfitta di ogni occasione possibile per allenare tuo figlio a muoversi nella comunità; mentre molti adolescenti lo imparano osservando gli altri, il ragazzo con autismo avrà bisogno di un insegnamento diretto e costante. Assicurati che impari, se ne è capace, gli importanti punti di riferimento, i nomi delle vie e come utilizzare i mezzi di trasporto disponibili.

 Quando siete in giro aiuta il più possibile tuo figlio a sentirsi tranquillo e informato; spiegagli quali sono le zone di ritrovo più sicure, le zone non sicure e come raggiungere i luoghi familiari. Cerca di creare dei momenti d'insegnamento ogni giorno. Insegna al ragazzo, se possibile, quali sono i mezzi di trasporto pubblici, i percorsi che fanno, come fare il biglietto, come trovare posto a sedere ecc.

 Se il ragazzo è meno indipendente, allora è probabile che avrà difficoltà con diverse abilità, per esempio con l'attraversare la strada, e avrà bisogno di più pazienza, d' incoraggiamento e d' istruzioni molto chiare, dirette e specifiche per imparare.

 Per alcuni adolescenti andare in bici può essere il modo più adatto per spostarsi. La sicurezza, in questo caso, inizia dall'attrezzatura (casco, fanali, vestiti con colori fosforescenti) e prosegue con le comuni regole di chi si muove in bici: prestare attenzione alle auto e al traffico in generale, conoscere la segnaletica e curare la manutenzione della bicicletta. Se il ragazzo ha difficoltà nella coordinazione motoria, imparare ad andare in bici può richiedere molto tempo.


5 regole importanti da insegnare al ragazzo:

  1. Muoversi sempre in luoghi conosciuti, ben illuminati e con un compagno; essere vestiti in modo appropriato e mantenere una certa presenza, ossia camminare a testa alta, stando attenti e camminando come chi sa dove sta andando.
  2. Sapere cosa fare se ci si perde (la famiglia dovrebbe avere sempre un piano specifico) e a chi chiedere aiuto; imparare a limitare le interazioni con gli estranei.
  3. Portare sempre con sé un documento d'identità e un opuscolo informativo sull'autismo.
  4. Non uscire mai di casa senza un cellulare e assicurarsi che sia sempre carico.
  5. Informare ogni volta la famiglia dove si va e quando si ritorna, specialmente se è un qualcosa al di fuori della routine.

Imparare a usare i soldi
 Se il ragazzo è in grado di capire, è fondamentale spiegargli l'uso del denaro.

Ecco alcuni suggerimenti:

  • Creargli un conto bancario e insegnargli a prelevare una somma precisa (ad esempio venti Euro). Assicurarsi che egli sappia di non dover dare via i soldi, se non per fare un acquisto. Se non comprende il concetto dei soldi, gli si può insegnare a usare una carta prepagata. (Così che non ci sia il rischio di ricevere il resto sbagliato ogni volta). La carta prepagata è utile anche perché permette di fare transazioni online.
  • Insegnargli a tenere al sicuro e nascosto il portafogli e la borsa chiusa e vicina al corpo.
  • Verificare che il ragazzo sappia usare correttamente lo sportello del bancomat, che sappia aspettare il suo turno e che non dia il codice PIN a nessuno.
  • Fargli fare esperienza, andando insieme a fare shopping nei negozi del proprio quartiere. Più tuo figlio ha un'idea realistica del costo delle cose, più sarà difficile che cada vittima di truffe e imbrogli. Ci sono diverse applicazioni utili per insegnare a utilizzare i soldi o a calcolare i prezzi.


Imparare a interagire con le forze dell'ordine
 Anche se si spera che non ce ne sarà mai bisogno, creare una base d'interazione tra il ragazzo e le forze dell'ordine potrebbe essere molto utile per entrambi; si potrebbe iniziare a far avvicinare il ragazzo alle forze dell'ordine nei momenti di non emergenza, attraverso degli incontri pianificati. E' importante insegnare al ragazzo come comportarsi se dovesse essere avvicinato da un poliziotto, in modo da evitare situazioni equivoche. Per esempio, gli si potrebbe insegnare a mantenere una certa distanza, a fornire alle forze dell'ordine un documento d'identità e un opuscolo che spieghi l'autismo, cercare di non correre via, ecc. 

 Un modo per imparare potrebbe essere quello del gioco di ruolo, per aiutarlo a fare pratica e a trovare la via più adatta a lui. Potrebbe rivelarsi utile, anche, prepararlo a situazioni in cui è previsto un maggiore controllo da parte degli agenti della sicurezza, come, per esempio, in aeroporto e nei centri commerciali.

Insegnare l'uso del cellulare
 La tecnologia può diventare un prezioso alleato per la sicurezza del proprio ragazzo con autismo.
Nessuno strumento, a tal fine, è utile quanto il cellulare; è, perciò, fondamentale insegnare al ragazzo ad utilizzarlo in modo adeguato. 

Ecco alcuni suggerimenti da dare al ragazzo:

  1. Evita di parlare in viva voce.
  2. Parla tranquillamente e nei luoghi più appropriati, soprattutto quando stai fornendo dettagli personali (posizione, stato d'animo, ecc).
  3. Il cellulare in un posto sicuro e controlla che sia sempre carico prima di uscire di casa.
  4. Assicurati che nel telefono siano memorizzati i numeri più importanti, ma impara a memoria determinati numeri (per esempio, il numero di casa), nel caso in cui perdessi il cellulare o si scaricasse la batteria.
  5.  Non fare foto alle persone senza il loro permesso.


5 suggerimenti per insegnare al ragazzo la sicurezza
  1. Usa ogni uscita che fai con lui come momento d'insegnamento. Aiutalo a memorizzare i punti di riferimento, i diversi modi di muoversi e dove trovare una persona fidata che possa aiutarlo in caso di necessità.
  2. Insegnagli come evitare certi errori legati all'uso dei soldi negli ambienti pubblici, come, ad esempio, rivelare quanti soldi ha in tasca o nel proprio conto corrente e a nascondere bene il codice PIN quando si è al bancomat.
  3. Ricorda al ragazzo che le forze dell'ordine ci sono per proteggerci e che è importante rivolgersi a loro sempre in modo tranquillo e rispettoso, in modo tale da evitare situazioni equivoche.
  4. Assicurati che tuo figlio abbia un cellulare e che lo sappia usare in modo appropriato. Per questo fagli fare più pratica possibile, sia in situazioni di emergenza  che in quelle tranquille.
  5. Se succede un'emergenza fuori casa, assicurati che il ragazzo sappia come attivare la rete di sicurezza della tua famiglia, indipendentemente da dove si trova. Il tuo piano di sicurezza dovrebbe includere una lista di posti che il giovane frequenta e i suoi fidati punti di riferimento. Stampane più copie e verifica che ne abbia sempre una a portata di mano.

Fonte: "Life Journey Through Autism: A Guide to Safety" by OAR (Organization for Autism Research)

Nessun commento:

Posta un commento